Cani: onnipresenti nella nostra società come cani da lavoro, animali domestici, e membri della famiglia.

Storia:

Da cani da utilità ad animali da compagnia

4.1

 

I cani domestici risalgono all'età del ferro (circa 1430 aC).  Erano tradizionalmente usati per la caccia. In alcune società più pastorali essi hanno avuto un ruolo nel sorvegliare e condurre bestiame (pecore e bovini).  Ci si aspettava che i cani cercassero da soli il loro cibo (cacciare, rubare resti di cibo, raccogliere) e non c'era alcun controllo sulla riproduzione.

Nel Medioevo, i cani venivano usati come animali da tiro, per trainare piccoli carrelli nelle fattorie, oppure carretti di venditori ambulanti o viaggiatori (trasportavano latte, pesce, stracci e ossa, carne, pane e altri prodotti).

Nelle odierne società costituite principalmente da grandi popolazioni urbane e con ricchezza crescente, l'integrazione degli animali domestici nelle nostre famiglie si è intensificata. Le interazioni tra uomo e cane si sono modificate. I cani oggi ricoprono un ruolo per la sicurezza personale, come compagni di vita, per la guardia alla proprietà, come aiutanti, come compagni di sport e come membri della famiglia.

Non molto tempo fa ci fu un cambiamento nella nostra percezione degli animali d’affezione, così che oggi sono considerati meno come proprietà, e più come individui a pieno titolo e anche come membri della nostra famiglia allargata.

Una prova di questo cambiamento è rappresentato dal fatto che molte compagnie assicurative offrono ora speciali polizze assicurative sanitarie per gli animali domestici, mentre solo alcuni anni fa gli animali domestici (almeno in Svizzera) erano assicurati insieme alle altre "attrezzature interne" della casa, contro alluvioni e danni da incendio ma non contro malattie o incidenti. Solo per fare un esempio, è solo nel 2009 che la grande compagnia di assicurazioni Mobiliar in Svizzera ha cambiato la sua policy.

Il codice civile francese stabilisce che il cane non è un bene ma un essere con dei sentimenti.

Code civile français: le chien n’est pas un bien mais un être avec des sentiments …


Per ulteriori letture:
→ The Evolution of Pet Ownership
→ A Review of Domestic Dogs' (Canis Familiaris) Human-Like Behaviors: Or Why Behavior Analysts Should Stop Worrying and Love Their Dogs
→ Understanding dog–human companionship


Cani da lavoro e service dogs:

i nostri preziosi aiutanti e assistenti

4.2

Sebbene la maggior parte dei cani moderni siano tenuti come animali domestici e membri della famiglia, ci sono ancora moltissimi modi in cui i cani aiutano gli esseri umani nella società odierna, e ogni anno vengono individuati nuovi impieghi.

 

Il seguente elenco fornisce alcune idee sulla versatilità dei cani e attesta il ruolo immensamente importante che i cani hanno assunto, come aiutanti insostituibili senza i quali la nostra società moderna semplicemente non sarebbe più concepibile:

  • I cani da servizio o da assistenza aiutano le persone con disabilità nelle attività quotidiane. Alcuni esempi sono rappresentati da cani da assistenza alla mobilità per portatori di handicap fisici, cani guida per non vedenti e cani da supporto uditivo per non udenti.

  • I cani da pet therapy offrono allegria e intrattenimento per gli anziani nelle case di riposo, per i malati negli ospedali, e così via.

  • I cani da soccorso aiutano le persone che si trovano in situazioni disperate, come vittime di un incidente nautico, dispersi in ambiente non antropizzato, travolti da valanghe, travolti da macerie, ecc.

  • Cani da pastore ancora impiegati in fattorie di ovini e bovini.

  • Cani da caccia che aiutano i cacciati nella cerca, pista e riporto di selvaggina.

  • Cani da guardia e da sorveglianza che coadiuvano l’uomo nella difesa di beni pubblici e proprietà private.

  • Cani da pista che aiutano a cercare persone o animali scomparsi o che collaborano nell’inseguire criminali.

     

  • Cani da cadavere o Cani da rilevamento resti umani che utilizzano la loro capacità olfattiva per individuare corpi o resti umani sulle scene di disastri, crimini, incidenti o suicidi.

  • Cani da detection che aiutano il conduttore a rilevare esplosivi, sostanze illecite nascoste nel bagaglio, sostanze chimiche e molte altre: persino cimici da letto nelle case!

  • Cani poliziotto solitamente addestrati a rintracciare o immobilizzare criminali o ad assistere gli agenti nell’indagare sulla scena di un crimine.

  • I cani vengono talvolta utilizzati nei programmi per aiutare i bambini a imparare a leggere.

  • Cani da rilevamento di cancro vengono impiegati per rilevamento precoce della malattia.

  • Per ulteriore approfondimento:

    https://en.wikipedia.org/wiki/Working_dog

Cani di famiglia:

i nostri preziosi compagni affettivi

4.3

Oltre ad essere cani da lavoro indispensabili in numerosi settori, gli animali domestici - in particolare i cani - sono diventati validi compagni di vita che consideriamo come creature quasi umane dotate di loro personalità. Il motivo di ciò potrebbe essere spiegato dal fatto che la nostra società, sempre più orientata alla tecnologia, fa perdere importanza al contatto inter-umano faccia-a-faccia, all'affetto e alle emozioni.

La cura che oggi offriamo ai cani è spesso simile a quella data ai bambini: nutrizione di qualità, assistenza sanitaria, sterilizzazione per controllare il tasso di natalità, vaccinazioni regolari, controlli veterinari di follow-up ... I cani sono elevati al ruolo dei umani surrogati e sono principalmente valutati per i benefici affettivi che il legame con loro ci porta. Sviluppiamo infatti un profondo legame emotivo e affettivo durante la nostra vita insieme a loro.


Mai prima d'ora noi umani abbiamo passato tanto tempo insieme ai nostri compagni a quattro zampe, condividendo interamente la nostra vita privata con loro. Le attività sportive come l'agility, l'obbedienza, la dog dance, il frisbee ecc. - solo per citarne alcune - occupano gran parte del nostro tempo libero, durante queste attività possiamo lavorare insieme come una squadra, condividere esperienze, collaborare per raggiungere un obiettivo. I cani, per la prima volta dalla loro esistenza comune con gli umani, sono diventati  nostri partner sociali.


Oltre a fornire benefici emotivi e sociali, essere proprietari di un animale domestico migliora la salute fisica e mentale. Recenti studi dimostrano infatti che vivere con animali domestici riduce lo stress, abbassa la pressione sanguigna, aiuta a prevenire le malattie cardiache, aiuta a combattere la depressione e quindi abbassa i costi sanitari. Una possibile spiegazione di questi benefici per la salute sta nel fatto che i proprietari di animali domestici, in particolare i proprietari di cani, sono più attivi fisicamente di chi non ha animali.


Mentre i risultati di tali studi sono interessanti e aiutano a spiegare i benefici di vivere con un animale domestico, la maggior parte dei proprietari sa che c'è molto di più in questa speciale relazione: il profondo legame emotivo e la comunicazione magica tra cani e proprietari.

Una storia d'amore tra le specie:

Ecco perché siamo così legati.

4.4

Come si può spiegare questo forte legame emotivo, questa storia d'amore tra specie? E perché i proprietari di cani soffrono così tanto quando il loro cane muore?

E’ trascorso del tempo da quando Alice ci ha lasciati, ma io continuo a pensare a lei ogni giorno. Alcuni giorni meno, alcuni giorni di più, ma sento il cuore soffrire. Parlare di lei evoca sempre forti emozioni, rimpianti, profondo dolore. Come la maggior parte dei miei coetanei, ho già sperimentato la perdita di persone care - nonni, genitori, sorelle, amici ecc. - ma nessuno dei dolori e delle sofferenze è paragonabile al dolore, alla colpa e al crepacuore che ho vissuto, e sto ancora vivendo, con la scomparsa di Alice. Perché? Come mai un cane diventa una parte così importante della nostra vita?

"Dopotutto era solo un cane"
oppure 
"Per fortuna hai ancora 2 cani meravigliosi"
oppure 
"Pensa a tutte le cose meravigliose che avete vissuto insieme"
oppure 
"Alice ha avuto una vita meravigliosa."

Ma Alice era (ed ogni cane è negli occhi del suo proprietario) più che "solo un cane": era insostituibile, speciale, la mia ragazza, la figlia, il bambino, l'amico, il mio partner, parte di me, la mia unica preoccupazione, il mio quotidiano, il mio futuro ...

Diamo ai nostri cani cibo, acqua, riparo, protezione e istruzione. Ma ciò che ci restituiscono in cambio sono esperienze e lezioni di vita che nessuna somma di denaro può comprare. E quando ci lasciano, è come se questa primavera di infinita giovinezza e positività si fosse prosciugata. Ci sentiamo come un genitore che deve seppellire il suo bambino: contraddice il naturale ciclo di vita. Il dolore è immenso e intenso, siamo pieni di rimpianti, sensi di colpa e incomprensioni. Ecco perché investiamo così tanto tempo, energia e denaro per la salute dei nostri cani. È così difficile confrontarsi con la morte del proprio cane perché:

1. I cani sono i nostri compagni di tutti i giorni

Oltre al tuo coniuge (e ai colleghi di lavoro), probabilmente non c'è nessun altro soggetto che vedi tutti i giorni. I cani sono lì ad aspettare quando apriamo gli occhi al mattino; sono a casa ad aspettarci con entusiasmo quando torniamo dopo il lavoro o lo shopping. Diamo per scontato di averli in giro; e quando non ci sono più, sentiamo un buco nero nel nostro cuore, la perdita dolorosa, la parte mancante della nostra vita e della vita quotidiana.

2. I cani sono i nostri specchi

Molti di noi comprano o adottano un cane quando è un cucciolo di 8-10 settimane di vita. Li osserviamo crescere, diventano adolescenti ribelli, si addolciscono con l'età, poi alla fine si ammalano, invecchiano e muoiono. Li accompagniamo durante l'intero ciclo di vita dalla nascita, gioventù, età adulta, vecchiaia, malattia e morte. I cani sono gli specchi della realtà della vita e della transitorietà. Queste realtà sono estremamente difficili da affrontare per noi umani. Evocano intense emozioni per noi - inclusi il dolore, il senso di colpa, il rimpianto e soprattutto la paura.

3. I cani sono i nostri protetti

Devi insegnare al tuo cucciolo a fare pipì e cacca nel posto giusto; come sedersi prima di un pasto; come camminare al guinzaglio; cosa non masticare. Siamo i mentori, gli insegnanti, i genitori, i protettori e le guardie del corpo dei nostri cani, e li guardiamo sbocciare da cucciolo sino a diventare l'eccellente cittadino a quattro zampe- almeno così speriamo. I nostri cani sono ciò che insegniamo loro. Rappresentano la nostra immagine del cane ideale. Sono i risultati dei nostri sforzi addestrativi.

4. I cani sono i nostri figli

I cani sono come i bambini piccoli, dal giorno in cui entrano nella nostra vita da cuccioli, fino alla loro morte in età avanzata. Infatti, i ricercatori hanno scoperto che l'intelligenza di un cane è paragonabile a quella di un bimbo umano di 2 o 3 anni, questo li rende simpaticamente infantili, anche in età avanzata. Spesso li vediamo come nostri figli

5. I cani sono i nostri terapeuti dell'amore

Diversi studi hanno dimostrato che quando guardiamo negli occhi un cane, il livello di ossitocina nel sangue aumenta. L'ossitocina promuove comportamenti "pro-sociali" come rilassamento, fiducia, migliorano la stabilità psicologica e l’altruismo nei confronti degli esseri umani.

Si pensa che i livelli di ossitocina di madre e bambino aumentino quando una madre guarda negli occhi il suo bambino e quando il bambino ricambia lo sguardo. Per questi motivi, l'ossitocina è talvolta chiamata anche "ormone dell'amore".

In alcuni studi condotti su proprietari e cani, si è rilevato un aumento sino al 300% dei livelli di ossitocina nello scambio di sguardi, confermando l'esistenza di una relazione uomo-cane simile a quella madre-bambino.

In altre parole: il nostro amore cresce con il passare dell’esistenza con i nostri compagni a quattro zampe.

6. I cani sono i nostri terapeuti di vita

Impariamo molto dai nostri cani. Impariamo a vivere ogni giorno con esuberanza sfrenata e gioia, a cogliere l'attimo e seguire il nostro cuore. In particolare, i cani,  ci insegnano l'amicizia e l'altruismo e, soprattutto, la lealtà incrollabile.

7. I cani ci danno amore incondizionato

Il tuo cane potrebbe non essere un cane perfetto. Forse diventa aggressivo sul cibo o scatta quando è infelice. Ha morsicato te, i tuoi amici, il toelettatore ed il veterinario. Abbaia rumorosamente in presenza di estranei, di  altri cani, quando usi l’aspirapolvere e quant'altro. AMA mangiare le piante e ha massacrato il tuo giardino come un tornado lasciando dietro sé una scia di distruzione.

Ma nonostante le loro imperfezioni, li amiamo tutti allo stesso modo.

L’amore per i nostri cani è incondizionato, così come il loro amore per noi. È spesso molto difficile provare questo sentimento con un altro essere umano, perché portiamo con noi tante aspettative quando abbiamo a che fare con le persone. Con i cani, il legame è speciale e molto diverso. Possiamo essere noi stessi, senza paura di essere giudicati. Possiamo amare senza ritegno e abbandonandoci ad esso: questo è ciò che facciamo con i nostri amici cani. Attraverso i nostri cani, impariamo ad amare e ad essere amati, incondizionatamente.

8. I cani sono uguali ai familiari

I cani non preferirebbero essere in nessun posto se non vicini a noi, che siano svegli o che dormano. Noi siamo il loro mondo.

Abbiamo il nostro lavoro, i nostri amici, la nostra famiglia. Ma i nostri cani hanno solo noi. Siamo consapevoli di questo e, quindi, ci prendiamo molta cura per assicurarci che i loro bisogni siano soddisfatti. Ci sentiamo in colpa quando andiamo in vacanza o quando passiamo troppo tempo lontano da casa. Noi siamo il loro mondo e viceversa, loro occupano un posto molto grande nel nostro.

9. I cani sono genuini e franchi

I cani non sono come gli umani. Loro mostrano quando sono felici, arrabbiati o tristi. Loro saltano di gioia quando siamo a casa, e sono imbronciati quando usciamo. Ringhiano quando un altro cane cerca di strappargli l'osso. Esprimono le loro emozioni con franchezza. I loro sentimenti sono assolutamente genuini.

10. I cani sono individui con una propria personalità

Non ci sono due cani uguali. Anche se sembrano uguali, avranno personalità diverse, stranezze e qualità che li definiscono. Ogni cane è insostituibile. Dopo la morte del nostro cane, non saremo mai in grado di trovare un altro cane che è esattamente lo stesso di quello precedente. Questo ci fa sentire ancora di più la loro mancanza dopo che se ne sono andati.

11. I cani sono i nostri veri compagni

I cani sono i terapisti più meravigliosi esistenti in natura. Ecco perché, dopo una lunga giornata, tutto ciò che vogliamo fare è andare a casa ad incontrare i nostri cani. Quando ci sentiamo giù di morale, potremmo non voler incontrare altre persone, ma tuttavia, i nostri cani ci faranno sentire meglio.

12. Nel nostro cane troviamo un amico !

→ You've Got A Friend / Carole King  (song)

"When we need company, our canine friends always give their all for us: rain or shine, day or night, summer, winter, autumn or fall, here and now or beyond. We’ve got a friend."

("Quando abbiamo bisogno di compagnia, i nostri amici canini si concedono nella loro interezza: pioggia o sole, giorno o notte, estate, inverno, autunno, qui e ora o oltre. Abbiamo un amico.")